a piè di pagina


Tradurre: gettare un ponte tra noi e l’altro
luglio 7, 2009, 10:42 am
Filed under: en traduisant

volpiè questo il concetto sul quale verte il discorso pronunciato dal filosofo Franco Volpi, scomparso prematuramente, in occasione di un seminario della casa editrice Laterza tenutosi in ricordo di Mario Carpitella, da oggi disponibile sia in versione pdf sia in versione audio sul sito della casa editrice. “… credo che nel traduttore professionale venga a emergere (anche se probabilmente la maggior parte dei traduttori non se ne rendono nemmeno conto) quella che è la tipica condizione umana, quella dell’uomo mediatore, dell’uomo articolatore, dell’uomo che continuamente deve gettare ponti ermenuetici tra quello che è il suo mondo e il mondo dell’altro – il suo prossimo, o qualcuno di una lingua lontana o di un secolo lontano”.


Lascia un commento so far
Lascia un commento



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: